my Hosio style

Backstage parte 2 …si parte con la realizzazione del primo prototipo

Ma nella realtà cosa facciamo veramente?

L’interpretazione è la prima fase di lavoro, o meglio, i primi esperimenti sono quelli sulla realizzazione del punto maglia, determinante è la sua compattezza che determina la sua leggerezza e sofficità. Nelle maglie jacquard è importante la resa che ha la maglia nei suoi colori e dimensioni rispetto al disegno. Ecco quindi che l’omino magico interpreta la mia idea e attraverso la sua preparazione, il suo cad e il suo telaio computerizzato, dopo prove su prove si ottiene il risultato. La mia preparazione tecnica, conseguita dopo anni di conoscenza della maglia e di esperienza lavorativa sul campo, mi permette di entrare velocemente in sintonia con lui, centrando sempre così l’obiettivo.

26-agosto-blog-2Lo studio della forma e della vestibilità è la fase successiva, si determinano le misure e le dimensioni in base a come deve essere il capo finale, un lavoro che si fa contemporaneamente alla fase precedente perché il risultato, nella maglieria calata, sono solitamente 4 pannelli già in forma, la parte davanti il dietro e le due maniche.

I pannelli vengono quindi assemblati dalle donne cucitrici e finiti con le varie bordure, asole e bottoni e altro, tutte operazioni eseguite sia con l’ausilio di macchine cucitrici che manualmente con ago e filo.

Si passa poi quasi sempre alla follatura, che è il lavaggio del capo, questo toglie alla maglia le impurità del filo e la rende morbida e compatta. Fase importante anche perché stabilizza le misure in modo che i successivi lavaggi non le compromettano.

Lo stiro è l’ultima fase, macchine stiratrici con piani vaporizzanti sono lo strumento che la donna addetta utilizza .

Il risultato è il primo prototipo, pronto per essere provato, modificato, valutato e quasi sempre approvato ma talvolta anche scartato e quindi pronto a ripartire per il processo di sperimentazione.

telaio2In tutto questo la componente della tradizione artigiana è una leva per l’innovazione e la creatività, il bagaglio e le mie esperienze e di tutto il mio staff , mi permettono di conoscere in modo approfondito materiali e tecniche di lavorazioni e sono le basi per le continue sperimentazioni che sono uno dei capisaldi della continua evoluzione delle collezioni HOSIO.

Quindi mai fidarsi delle apparenze…ci sono maglie e maglie cosi come ci sono laboratori e “laboratori artistici.

Occhio…se ti sei perso la prima parte di questo articolo, cliccami!