my Hosio style

Backstage: i segreti del nostro laboratorio artistico

E se andassimo a vedere come nasce una maglia Hosio, cosa e chi scopriremmo dietro le quinte?

CHI E’ o meglio CHI SONO le persone che compongono il “laboratorio artistico”, cuore e anima di HOSIO?
Quali sono le fasi strategiche, in cui la mia preparazione stilistico/tecnica viene supportata dal know how di chi collabora con me?

Cominciamo con il “laboratorio artistico” e le persone.

2b Il mio “laboratorio artistico” è un luogo dove la tecnica si fonde con armonia all’artigianato. Il luogo dove si fanno prove e test, alla continua ricerca di quel particolare in piu’, di quel dettaglio che, alla fine, è quello che fa la differenza e sdogana la qualità dei capi HOSIO.

I movimenti ed il rumore piacevole dei telai e delle persone che lavorano, fanno di questo luogo uno spazio fuori dal tempo e lontano dalle regole del profitto. Centrale è comunque il fattore umano! Se in questo laboratorio non ci fosse la manualità artigiana, che si tramanda sin dagli anni 60, anno della sua fondazione, le macchine sarebbero totalmente inutili.

Il patrimonio presente e futuro ha radici nella storia, parte tutto da qui.

Ogni persona del mio team ha il suo ruolo ed esegue precise operazioni. La scelta del filo, la definizione del disegno, il taglio, l’interpretazione della vestibilità, sono tutte fasi apparentemente meccaniche ma è proprio qui che il “sapere” delle magliaie, e da chi è stato definito “l’omino magico”, determinano la riuscita di una collezione.

Sarà nel prossimo post, che vi guiderò alla scoperta del nostro “laboratorio artigianale”, attraverso un percorso virtuale che porta dal filo alla realizzazione del capo finito. Vi ricordo che tutto parte sempre dalla IDEA, ma il risultato dipende dall’esperienza di tutti e dalla sperimentazione.

Uno schizzo, un disegno o un’immagine è il punto di partenza.

Già da adesso vi dico che l’Obiettivo con la “O” maiuscola è il primo prototipo…quindi prossimamente vi guiderò ai processi della sua realizzazione .

#staytuned – Parte 2

3